civil conflict in a mall (sischerzanè?)

Che poi lo so che è una questione “ambientale” ah? L’è una questione di tono, di cadenze, di musicalità: gli “slavi” quando parlano pare sempre che stanno incazzati.

Me la ricordo la coppia di ballerini cecoslovacchi al truccoeparrucco: lui le si rivolge con tono rabbioso e suoni aspri, la voce cupa e il monociglio; lei gli risponde con dei sibili pieni di gutturali che neanche Sir Bis nelle sue scene madri. Io (l’addetta al truccoparrucco) chiedo “hey hey che vi succede?” e lei “ogi è nostro aniversario un anno matrimonio, lui dice che ha prenotato bel ristorante su lago stanote, mio amore” ahn ecco.

Quindi, insomma, lo so. Ma oggi mi sono avvicinata ad una gioviale signora “de l’est” che faceva accaparramento di merendine in stra-saldo. Al ventesimo (su 20) pacco buttato nel carrello chiedo “scusi non è che riesce a lasciarmene almeno uno?” e la gioviale risponde gridando “c’è altro là, va prendere misterdèi tu!!!”

Ho ripensato a Eugène e a sua moglie, ho invocato la Santamadrerussia, Odino, Rasputin, Ilona Staller e le palacinke e me ne sono andata senza merendine. Ma forse ho sbagliato. Forse dovevo ucciderla.

http://youtu.be/6FLezU4hp94

Annunci

1 commento su “civil conflict in a mall (sischerzanè?)”

commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...