ti devo una piNNNza

Perchè ognuno ha le sue peculiarità, che lo rendono individuo unico ed originale.
Io ho un pezzo di filo metallico dimenticato nella radice di un premolare.

Il Dott. R., mio ex-dentista-di-fiducia, chiuse baracca e passai sotto le cure di un’amica, molto brava e con un’altissima sensibilità al dolore, quindi in grado di comprendere che io possa aver bisogno dell’anestesia anche durante la lucidatura dei denti (vallo a spiegare ad un medico qualsiasi: “guardi che al terzo giro di fresa io svengo sa?”).
Per tentare di dare una spiegazione al fatto che, ogni sei mesi, la ganassa destra mi diventasse un pompelmo mi fa una radiografia ed eccolo là: due millimetri di filo metallico che fanno ciao dall’abisso della radice. Quell’imbecille del Dott. R.
“Si può togliere?” “Sì, passando da sotto la mandibola … diciamo che se non ti dà problemi è meglio se lo lasciamo lì”. A cadenza semestrale una bella botta di antibiotico e via così, finchè il palo d’acciaio sembrò trovarsi a suo agio e smise di dar fastidio: qualche aspirina ogni tanto e se ne stava buono.

Fino a martedi… attacco alla mattina con le aspirine, come al solito ma, alla quinta, comincio a pensare che ci sia qualcosa che non va. L’intera notte sveglia, dolore, incazzata come una biscia senza poter far niente se non mugolare maledire chiunque ed attendere il mattino. In farmacia come verso un’oasi a comprare una confezione dell’antibiotico che non usavo da anni e poi l’attesa fiduciosa nel suo effetto: di solito nel giro di qualche ora iniziava. Stavolta no. Stavolta la ganassa inizia a gonfiarsi proprio mentre l’antibiotico inizia ad agire, per cui il dolore cambia, ma persiste, più forte. Cazzo. Un’altra intera notte sveglia, dolore e cattiveria a piene mani (il Dott. R. credo sia morto, ‘stanotte) e imprecazioni nemmeno troppo creative, non ne avevo la forza.
Alle sei del mattino, 45 ore dopo l’inizio, improvvisamente il dolore si ferma. Fisso nel vuoto pensando ad uno scherzo del menga del premolare, no, ha smesso davvero. Ho quasi pianto. Al momento ho la metà destra del viso che sembra un po’ Johhny Bravo un po’ Don Corleone (anche la parlata, in effetti, vito ch’ la m’ convesazone è ‘n po’ limitata, non r’esco abrire la bcca) ma, potendo, sorriderei.

Insomma, il tutto per dire: “non offendetevi, eh, se in questi giorni non rispondo al telefono” ……

Annunci

7 pensieri riguardo “ti devo una piNNNza”

  1. Il fatto che la tua mascella assomigli ad una fonte battesimale,
    che parli come Gianni Minà con la bocca piena di pistacchi,
    che Dario Argento lascerebbe la Nicolodi per te e per il tuo bel visino,

    non fa altro che confermare quanto si bella!!

    Vabbè basta di zucchero che fa male ai denti…

    ..

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...