So far I just can’t see

Oggi un libro che, quasi due anni fa, avevo preso dalle mani di una persona che mi ha arricciato i nervi è arrivato nelle mani di una persona che mi ha aiutato a pettinarli, quei nervi, che nel frattempo s’erano arricciati per un altro motivo.

Ed oggi ho ritrovato un pacchettino di henna che, quasi due anni fa, avevo comprato a Milano. E quel giorno, i casi della vita, lì con me c’erano l’arriccia-nervi, il pettineur e pure il motivo della seconda arricciatura. Una specie di crocicchio. Ora sto qua, con il mio etto di terra bagnata in testa mentre aspetto che i capelli prendano quella famigliare tonalità di rosso e penso che, a star lì a credere ai segni, ci stiamo liberando di cose che prendevano spazio inutilmente. Non solo del pacchettino di henna, sa va san dir.

Ed il fatto che alcune canzoni che ho ascoltato ossessivamente in altri momenti siano tornate, da poche ore, a riproporsi ossessivamente, un po’ mi perplime un po’ mi vien da ridere mentre Knopfler, con la sua voce che non sa cantare, è lì che dice “you’re so far away from me” …

Vero. Tutti lontani, adesso: uno due e tre, a pacchi di chilometri. Uno lontano e basta, forse definitivamente; l’altro non troppo lontano, in fondo, ma sempre più labile la sua importanza; il pettineur lontanissimo, se si parla di strada, dall’altra parte di Trantor, ma sicuramente l’unico davvero vicino.
Ed ora via di shampoo, mentre Knopfler ricomincia il pezzo.

Annunci

6 pensieri riguardo “So far I just can’t see”

  1. Per citare sempre Knopfler in quel FOTTUTAMENTE bel disco,
    “we’re gonna install microwave ovens”

    Lo so, magari non profondissima, ma se pensi che il maledetto Sting si prende i diritti d’autore per aver canticchiato l’inizio di Money for Nothing, viene da pensare.

    A cosa non so, anche perche’ non e’ che abbia capito molto di quello che ho scritto. Magari me lo spieghi tu, e viceversa, al solito.
    Levati quella terra dal cranio, che mi sembri una deficionte.
    Insomma, un abbraccio mi sembra troppo. Facciamo che ti mando una smorfia con la bocca e un lecca lecca di Superman 🙂
    iorek

  2. grazie caro, spero non si sia deteriorato durante il viaggio, ha l’aria di essere davvero buono :p

    a proposito delle mie riflessioni invece …… “Adesso, per favore, dimentica queste sciocchezze, Pesci. Cancellale del tutto, come se non le avessi mai sentite. Solo così potrai creare un enorme spazio vuoto nel tuo cervello: stanno arrivando molte idee interessanti.” (minghia Brezsny…………..)

  3. più che dio, brezny è l’unica certezza che ci è rimasta, ora che non c’è più la ddr e i cetriolini dello sprevald, che woody allen non fa più bei film dal 1918 e che vendono dei gelati a bambini di 10 anni che sono l’esperienza più vicina al sesso orale che si possa provare (maledetta nestlè e maledetto uomo ragno criptofrocio…)
    (che ti avevo detto? i dire straits fanno male alla salute, scrivo cose che non hanno palesemente senso)

  4. i Dire Straits fanno benissimo alla salute (checchè ne dica il Tamarro della bassa padana) ed hai detto cose sensatissime… quell’inquietante “coso” che ve siete magnate a Castelnovo faceva decisamente impressione O_O

commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...